Cerca
  • Francesco Italia

Volersi bene è un obbligo? Ci vogliamo bene? Quanto?...

Respirare, respirare bene quanto ci agevola nell’amor proprio? Sarà capitato anche a voi di arrivare allo stremo delle forze, nel lavoro, nei rapporti tesi e rischiare di avere un calo dell’autostima o di amor proprio. Non nascondiamocelo oggi la vita è difficile, i media ci assillano, la politica ci offende e strapazza, i rapporti in generale hanno raggiunto un livello di aggressività inusitata specialmente in area lavorativa. Quindi orsù prendiamo un bel respiro e andiamo avanti si diceva una volta. Oggi abbiamo a disposizione le migliori tecniche di respirazione e autodeterminazione che sono andate più in là, hanno raggiunto livelli di efficacia impensabili quarant’anni fa. Purtroppo spesso le dinamiche familiari insegnano a subire stress immotivati al fine di non suscitare l’ira o la critica di chi ci sta vicino a scapito dell’obbiettività e a favore di un equilibrio innaturale che ci porterà ad amarci di meno, si di meno. Ad imparare quindi a, non dico volerci del male (cosa che succede pure), ma ad assuefare in maniera subdola il nostro corpo e la nostra mente ad un malessere previsto, quasi necessario, imprescindibile per mantenere un insano equilibrio familiare o lavorativo. Ebbene pur consapevoli della difficoltà di creare dei nuovi asset nei rapporti familiari (cosa relativamente più semplice in ambito lavorativo) possiamo rimbalzare al mittente le pressioni ansiogene e le attraenti sirene che ci portano ad essere risucchiati nel vortice della disistima e della sopportazione masochistica, una sana e preventiva pratica respiratoria ci permette di rinforzare i nostri pilastri cognitivi, di resistere all’autolesionismo e di predisporre pensieri e parole in modalità di difesa attiva consentendoci di affrontare i nostri ladri di energie facendogli rimbalzare in faccia le loro opzioni deprivanti. Tutto questo consente di riequilibrare gli asset relazionali le posizioni up and down e di stare bene durante tutto l’arco delle 24 ore, si perché anche di notte i nostri pensieri, il nostro corpo hanno bisogno di certezze, di respirare bene, di eliminare le apnee soffocanti e di produrre endorfine atte a darci la carica per ripartire di slancio. Buona aria!!!


0 visualizzazioni

sport benessere salute

© 2019 francesco italia     Partita IVA 09470100968                       Professione esercitata in conformità alla legge 4/2013