Cerca
  • Francesco Italia

Pressione arteriosa e terapia del dolore

Due anni fa sentivo qualcosa nel mio corpo che non era regolare. Una sensazione di affaticamento e non perfetta sintonia cardiaca. Questo tutto causa delle mie abitudini alimentari (che ho corretto) non perfettamente in linea con una sana e corretta alimentazione e stile di vita. Lo stress aveva avuto presa su di me, era diventato il mio padrone. Mi stavo allenando settimanalmente seguendo il corso di nuoto master come orma da più di un decennio eppure lo stress mi stava dominando. Non sto qua a raccontarvi le cause dello stress ma come potete immaginare erano prevalentemente di origine lavorativa e monetaria. A questo devo aggiunger col senno di poi che lo stress ama lo stress. Si più ero stressato più aderivo facilmente a situazioni stressanti come l’uso smodato dello smartphone o la visione di programmi televisivi affatto piacevoli. Mi recai dal medico curante il quale constatatò che a mia pressione arteriosa era superiore alla normalità ossia 145 con 95. A seguito di questo mi indicò la possibilità di iniziare una terapia con farmaci ipotensivi. Mi diedi un mese di tempo e ripresi immediatamente i miei allenamenti col metodo M.E. (che avevo interrotto da tempo) e dopo un mese tornai da lui. La pressione era scesa ed ora era nella assoluta normalità il battito cardiaco regolarizzato e non più incalzante e la sensazione generale di benessere molto accresciuta. Non era più necessaria l’assunzione di farmaci ipotensivi. Da allora non ho più smesso di respirare bene e ho integrato con la Respirazione Profonda che mi ha dato ulteriori benefici. Talvolta sento nominare il Training Autogeno da donne che ne hanno sentito parlare a seguito di una gravidanza o perché qualcuno ha provato a insegnarglielo nei corsi preparto. Finora non ho mai trovato nessuno che lo sapesse fare efficacemente né regolarmente. Eppure il T.A. (M.M.E.) se effettuato in maniera corretta è un potente miorilassante e antidolorifico che sicuramente collaborerebbe ad un parto meno sofferto e complicato, nonché un percorso gravidico più sereno. Con la respirazione Autogena e meglio ancora Profonda è possibile ridurre la sensazione di dolore dovuto a un evento traumatico e avere un effetto drenante sui tessuti riducendo i periodi di convalescenza. Buona aria!!!


7 visualizzazioni

sport benessere salute

© 2019 francesco italia     Partita IVA 09470100968                       Professione esercitata in conformità alla legge 4/2013